Laymidiel di Gabriel Wolf – recensione dell’autrice Renata Morbidelli

“Dall’Armonia nascerà l’Amore,

con l’Amore troverai il Dolore,

attraverso il Dolore raggiungerai la Consapevolezza

e poi sarà solo Tenebre e Luce

ed attraverso la Violenza troverai Te stesso”.

 

Queste sono le parole che, ormai da molto tempo, tormentano il sonno, e non solo, del giovane Liam Blossom, il protagonista della serie TV … ehm del libro d’esordio di Gabriel Wolf “Laymidiel”. Il libro, infatti, per la corposità e la complessità della trama, per la tecnica descrittiva e per molto altro ancora, sembra essere scritto come se fosse stato pensato per essere trasmesso sul piccolo schermo a impreziosire il panorama delle serie TV. E come tale va trattato.

È un libro talmente denso e corposo da non poter essere letto tutto d’un fiato. Va assaporato come un piatto così ricco d’ingredienti da doverne masticare bene ogni boccone prima di passare al successivo. Va centellinato come un antico liquore, frutto della sapienza dei monaci, per gustarne pienamente l’aroma e il sapore. Gabriel Wolf, mescolando insieme generi letterari, fornisce al lettore un prodotto apprezzabile sia dagli appassionati di fantasy sia da coloro che amano altri tipi di letteratura e narrativa.

Il lettore, in questo romanzo, infatti, viene portato poco alla volta, con sapienza e saggezza, a scoprire il reale tema che farà da filo conduttore del libro. L’intelligenza dell’autore sta, appunto, nell’iniziare a descrivere le scene come se fossero parte di un libro di narrativa contemporanea.

Solo i pensieri tormentati di Liam, la preoccupazione di Alanis, sua sorella e di Jake, il suo amico del cuore (al quale si aggiungerà Sunny che completerà il quadro), porteranno, inizialmente, l’attenzione del lettore su un piano decisamente superiore iniziando a farlo pensare, come ama citare spesso lo stesso autore, che “Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia.” (William Shakespeare – Amleto) come a indicare che la realtà è molto più densa di Creature, Energie, Armonie ed Entità di quante l’occhio umano (e a volte anche la mente) riesce a cogliere a una superficiale osservazione.

About the author: Serena De Francisci